Il cortometraggio “L’abbraccio rubato” di Simone Gazzola si aggiudica il premio dei Giornalisti del Lazio – Sala stampa al XVII Festival Internazionale della Cinematografia Sociale “TULIPANI DI SETA NERA”.

Domenica 12 maggio, allo Space Cinema Moderno di Roma, Simone Gazzola regista e sceneggiatore del cortometraggio “L’abbraccio Rubato” (distribuito da Alpha Film di Esen Studios) ha ricevuto il premio dei Giornalisti del Lazio – Sala stampa nell’ambito della XVII edizione del Festival Internazionale della Cinematografia Sociale TULIPANI DI SETA NERA”. L’edizione ha visto una grande partecipazione con ben 250 opere inscritte al concorso nella sezione cortometraggi.

Tra i protagonisti delle opere selezionate volti noti al grande pubblico come Antonio Catania, Alessandro Haber, Carla Signoris, Ester vinci, Andrea Roncato, Silvia D’Amico e molti altri. Al fianco dei testimonial Liliana Fiorelli e Stefano Fresi, oltre a Diego Righini e Paola Tassone (rispettivamente Presidente e Direttore artistico del Festival), Paolo Del Brocco (AD Rai Cinema), Carlo Rodomonti (Responsabile marketing strategico e digital Rai CinemaRoberto Natale (Direttore Rai per la Sostenibilità) e Marco Tiberi (Vicedirettore Rai Pubblica Utilità). Sul palco a ritirare il premio insieme al regista Simone Gazzola c’era anche la protagonista del cortometraggio, Adina Elena Birtariu. Particolarmente apprezzate le scelte registiche definite coraggiose e sapienti, la capacità attoriale della protagonista di creare empatia con lo spettatore attraverso una comunicazione fatta di sguardi e gesti e le parole finali del cortometraggio ad opera di Giuseppe Pocai.

Sinossi: Febe, un’artista neomamma, sembra distaccarsi dalla realtà, rinchiusa in casa. Neanche la telefonata del marito e il pianto che proviene dalla culla sembra destarla.

Simone: << L’abbraccio rubato è come io vedo la diversità, o meglio quella verità che non ci limita ma ci rende unici e speciali. È una storia che svela tutto il mio non amare, il mio non conformarmi, il mio non adattarmi ai modelli preconfezionati. Ho filmato la “bella indifferenza” di Febe, nella sospensione di quadri fermi, nei dettagli che ho preso in prestito al noir e la camminata nel corridoio che chiude un cerchio riportando la protagonista alla vita vera. Ho fatto questo lavoro non per stupire, ma per far riflettere su cosa vuol dire vivere “differente” in una vita convenzionale.>>

Crediti “L’abbraccio rubato”:

Scritto e diretto da Simone Gazzola.

Protagonista Adina Elena Birtariu.

Direttore della fotografia Gabriele Spiga.

Montaggio di Simone Gazzola.

Color di Gianluca Procaccini.

Musiche di Alex Marton e Francesco Mignogna.

Trucco ed effetti di Vittorio Vetturani.

Opere originali di Dario Vella.

Prodotto da: Zolaga Films, Deorb Films e First line.

Distribuzione: Alpha Film.