Larry’s Emotion per wezla

Benvenuti. Presentatevi e parlateci del vostro progetto musicale…

-Ciao! Siamo una band che viene da vari punti della costa Toscana! L’idea iniziale del nostro progetto è nata con delle idee un po’ diverse rispetto a quello che siamo poi diventati: a confermarlo è il nostro primo disco “He’s still alive” . Adesso abbiamo intrapreso quella che è una strada che ci rappresenta di più.

Quale è la vostra massima ambizione come artisti?

La nostra massima ambizione penso sia quella di diventare qualcuno che “si diverte e gode” nel fare quello che gli piace! Facciamo parte di una nicchia dove avere ambizioni di “fare successo” è come sperare di diventare miliardari giocando a monopoli! Quindi si.. credo che la nostra massima aspirazione sia di viverci tutta questa avventura a testa alta, lottando e sperando di lasciare qualcosa nelle persone.

Come è nata la band e l’idea del nome?

La band è nata per un idea di Jimmy Burrow (ex Helia) e Simon Quadrio (once upon a time). Abbiamo cercato un nome semplice come “Larry” per impersonare l’alter ego di ognuno di noi e raccontare con la musica le sue (nostre) emozioni.

La vostra musica ha diverse influenze. Come la definireste in tre parole?

Post hardcore metal

Potete presentarci il vostro album “Blackness”? Quale è la traccia dell’album alla quale siete più legati dal punto di vista affettivo ed emozionale?

“Blackness”(copertina sotto) non è altro che la rappresentazione dei generi musicali che ci piacciono, messa in un calderone e mescolata per bene, arricchita da dei testi improntati sull’auto analisi dei propri stati d’animo in varie situazioni. La traccia alla quale siamo particolarmente legati è sicuramente “Waiting” , primo singolo uscito di questo disco.

Quale messaggio volete trasmettere con la vostra musica?

Nessun messaggio! cerchiamo di esprimere quello che proviamo attraverso testi ma soprattutto attraverso la musica, sperando di far immedesimare qualcuno è magari rivedersi al suo interno.

Come valutate la situazione musicale in Italia?

In Italia purtroppo il nostro panorama sta all’ombra di altri generi musicali , ma questo non vuol dire che si possa vedere un miglioramento e un maggiore interesse nel tempo.

Che consiglio vi sentite di dare ad una band o ad un artista agli esordi?

Sicuramente di partire per gradi! Purtroppo non si vedono più band che partano piano piano e per gradi arrivano a diventare qualcuno. Adesso con i mezzi di oggi c’è “tutto e subito” e tante volte questa cosa può giocare male alle band inesperte. Partire per gradi, farsi la giusta “gavetta” e conquistare tutto quello che ne sussegue.

Per voi è più importante il talento o la tecnica?

Entrambe le cose sono importantissime anche se molte volte la semplicità è un arma vincente.

Quali arti preferite oltre la musica?

Ovviamente skateboard! Fotografia!

Qualche nuovo progetto in cantiere?

Innanzitutto vogliamo uscire allo scoperto il prima possibile con la promozione Live di questo disco e nel frattempo lavoreremo a del nuovo materiale.

Lasciateci con un vostro motto….

Suoniamo, divertiamoci e andiamo avanti a testa alta!

web links:

https://www.instagram.com/larrysemotionband/

https://www.facebook.com/larrysemotionband/

https://open.spotify.com/artist/7uFKg8jDrrKBqR4Cw52FxF

https://larrysemotion.bigcartel.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.