Max Deste – il suo nuovo singolo “Chiaroscuro” -recensione

Dal 23 settembre 2019, Chiaroscuro è in tutti gli store online e in tutte le piattaforme streaming!

Considerando i vari generi che hanno influenzato Max Deste negli ultimi anni, ritroviamo nel nuovo singolo tutta la sua attitudine a fonderli e ridefinirli in una chiave pop del tutto originale. Attitudine che ritroviamo appieno nell’album “Ok silenzio” (2018), ottimamente accolto dalla critica.

Il nuovo singolo “Chiaroscuro” è una perfetta fusione di questi generi, ed inoltre, se pensiamo al chiaroscuro inteso in senso artistico per dare idea di volumi, di materiali, di spazio oppure in senso figurato, come alternanza di eventi e sentimenti contrastanti, possiamo solo assaporare anche il chiaroscuro in senso musicale.

Nel testo troviamo alternanza di sentimenti e sensazioni arricchiti da elementi della natura che si susseguono aiutati dalla musica.

Tutto risulta combinato alla perfezione. La musica accompagna immagini e sentimenti, intrecciandosi con le sue alternanze tra i vari generi che hanno ispirato l’artista: dal rock al punk, dall’elettronica al funk.

La sua voce completa questo quadro in chiaroscuro acquisendo una personalità sempre più definita, ci trasporta nel brano tra alternanze di sfumature delicate e seducenti a carattere più potente e disperato, a venature giocose e naïf.

Ancora una volta, ritroviamo la crisi dell’uomo contemporaneo come fulcro della sua arte. La ricerca filosofica e poetica sulla condizione dell’uomo che si spinge verso la luce contrastando situazioni oscure e incerte proprie del mondo contemporaneo. Dai suoi lavori traspare sempre quella speranza di salvezza, la possibilità di salvezza data dalla meditazione.

Infatti secondo l’artista: “L’unica rivoluzione possibile, individuale e collettiva al tempo stesso, è quella di lavorare con la propria mente, riconoscendo le proprie nevrosi, accettandole, superandole, e proponendosi con gentilezza e compassione verso il prossimo”

Non ci resta che ascoltarlo, quindi, nella sua interezza e farci trasportare in questo chiaroscuro di musica, natura, sentimenti, il tutto concentrato in una fusione di suoni contemporanei ed elettronici,
sintetizzatori e sapienti innesti di chitarre.

A cura di Michela

Link per lo streaming:

Spotify: https://open.spotify.com/album/4DksfNWU1mOoweh74pDoJX