NÖCTÆ – “1988” – recensione

NÖCTÆ Una sola parola d’ordine. Originalità. Un duo, Kaiten e Döpe, nato nel 2019 che ha saputo fondere due mondi. Ci propongono uno stile musicale ricercato e moderno; un gusto estetico dal un sapore un po’ rétro, reinterpretato e riportato ai giorni nostri.

Lo scorso 21 Novembre è uscito il loro primo EP, “1988” che vuole essere la sintesi di questa miscela esplosiva.

“1988”

“Siate affamati, siate folli”, una celebre frase di Steve Jobs. È così che sento di dover definire il debutto “1988” dei NÖCTÆ, uscito il 21 novembre con l’etichetta Giapponese BIJ Records. È una breve raccolta di quattro potenti brani che rimbombano nel cuore e nella testa. Vibrazioni positive che fanno apprezzare il loro indiscusso stile ed originalità.

“Psychometrical” è il brano apripista di “1988”, un inizio “folle” e potente. Un sound tutt’altro che semplice, in ogni suo aspetto emerge la cura per il dettaglio. Un ritmo sincopatico dal sapore industrial consapevolmente miscelato ad una nota di melodico che ritroviamo nei ritornelli.

Un sound che trae ispirazione da diversi generi dal Havy Rock, alla musica elettronica per finire con Industrial anni 90. Uno stile eccentrico dalle nobili intenzioni, un duo capace di uscire fuori dagli schemi ordinari. Tanta. Tanta voglia di comunicare.

Per concludere, mi sento di poterli definire due artisti, “1988” rappresenta al meglio la loro essenza musicale. Un EP consigliatissimo agli amanti del genere, ma non solo! La mia valutazione non può che essere positiva 8/10.

Titolo: 1988

Genere musicale: Industrial electro-rock

Label: BIJ Records

Tracklist:

1) Psychometrical

2) Vipers

3) Corona Sephirotica

4) Scary Monsters (and super creeps)

Link Facebook: https://www.facebook.com/noctaeband/?ti=as

Link Spotify Album: https://open.spotify.com/album/05DZbdHZZmxU83JLKGjMWP?si=Xu9BDhDGTiqy6JHDOYiqGA

Youtube video “Vipers”: https://youtu.be/diXG_0Rf02A